Avviso di truffa mentre il presidente della Columbia „appoggia“ l’era Bitcoin

Nemmeno il presidente colombiano è esente dall’essere impersonato dai truffatori della Bitcoin.

La polizia colombiana ha emesso un avviso sui truffatori

La polizia colombiana ha emesso un avviso sui truffatori che promuovono un sito web di truffa Bitcoin agli utenti dei social media.

L'“annuncio“ sul lancio di un falso sistema di investimento relativo ai Bitcoin è stato presumibilmente „approvato“ da Ivan Duque, Presidente della Colombia.

Secondo la Colombia Check, citando una dichiarazione del Centro di Polizia Cibernetica, il sito promuove un’opportunità di investimento Bitcoin (BTC) che Duque, si dice, offrirà „sollievo alla crisi economica innescata dalla pandemia del coronavirus“.

Il post sostiene che il presidente ha firmato „il più grande affare del secolo“ per creare una piattaforma chiamata Bitcoin Era, e i cittadini potrebbero iniziare presto a „generare redditi attraverso le crittocurrenze“.

Il sito presenta un’intervista con l’apparente CEO di Bitcoin Era, Diego García, che spiega come funziona il sistema. Tuttavia ci sono alcuni suggerimenti per la truffa.

In primo luogo, l’intervista è stata appena copiata da un’altra di un anno fa dal „CEO“ di un altro sito di truffa, Crypto Genius. In secondo luogo, la foto usata nel post del blog appartiene a un certo Youtuber e doppiatore, Pete Accetturo.

I truffatori hanno anche aggiunto recensioni di falsi utenti che hanno testato il sistema di falsificazione.

Una delle foto degli utenti, di nome José Ruiz

Una delle foto degli utenti, di nome José Ruiz, è in realtà uno studente messicano, Adán Cortés, che è diventato famoso per essersi introdotto alla cerimonia del premio Nobel per la pace dell’attivista afghana Malala Yousafzai.

Lo stesso tipo di truffa è utilizzato in diversi paesi anche dai truffatori. Il presentatore televisivo britannico ed ex star di X-Factor, Rylan Clark-Neal, ha avvertito i suoi seguaci di „falsa intervista“ affermando che Rylan aveva fatto „milioni con Bitcoin“.

Il 18 aprile, l’ex star del Celebrity Big Brother ha twittato che su Facebook circolava un’intervista fraudolenta che impersonava la pubblicazione britannica The Daily Mirror.

Inoltre, Hugh Jackman, Gordan Ramsey e Martin Lewis hanno fatto causa a Facebook per essere stati impersonati da truffatori Bitcoin sulla piattaforma nel 2018.